Home / Bar Sport / Juventus: ora è il momento di giocare finalmente da Champions League

Juventus: ora è il momento di giocare finalmente da Champions League

 

Ora, sulla carta, l’impegno attuale della Juventus in Champions League dinanzi al Porto, certamente non è irresistibile.

Ma quando in ballo c’è la Coppa delle Grandi Orecchie (sogno mostruosamente proibito di Buffon?), ecco la Vecchia Signora di Torino, spesso e volentieri è scesa in campo con un certo complesso o blocco per così dire d’inferiorità. Ergo, guai a sottovalutare l’equipe, strana, ostica e tecnica il giusto, portoghese, ma ciò detto, nel doppio turno europeo, Bonucci (superato il diverbio con mister Allegri?) e soci dovranno, anzi, hanno l’obbligo di dare il massimo, di giuocare finalmente sereni da … “Coppa Campioni” per … così riuscire a dire anche la loro in prospettiva finalissima Champions. Del resto sarebbe pure l’ora di alzare al cielo la benedetta o maledetta Coppissima. No?

Gioverà alla causa bianconera l’assetto … offensivo, ma con equilibrio ormai famoso fedele al modulo, ma più dei numeri e dei moduli contano gli atteggiamenti, del 4-2-3-1? Riuscirà un Dybala fantasista alla Sivori (Marcello Lippi dixit come ha riportato La Gazzetta dello Sport, ndr) a far saltare gli schemi dei Dragoni del Portogallo? Mandzukic continuerà a sacrificarsi al meglio per il bene della squadra? Pjanic giocherà in scioltezza o gli verrà preferito Marchisio? Questione di ore e scopriremo questi e altri arcani.

Stefano Mauri 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Inter no, così non va: il problema non era mister Stefano Pioli. Arriva Sabatini

    Che senso ha cacciare Stefano Pioli a poche giornate dal termine della stagione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com