Home / News / 8 LO SGUARDO RUBATO. Di Massimo Alborghetti

8 LO SGUARDO RUBATO. Di Massimo Alborghetti

La bellezza di creare film è che puoi utilizzare i più svariati volti e le diverse eta’. Come diceva la grande Anna Magnani parlando del suo viso ad una truccatrice che la stava preparando x una scena: “Non togliermi neppure una ruga. Le ho pagate tutte care.” anna-magnani
Questa memorabile frase la dice lunga sulla verità della sua recitazione. Molte attrici purtroppo si trasformano con l’eta’. Ma non in meglio. Preferiscono ricorrere a qualche ritocco estetico x restare belle ed immutate nel tempo. Ricordo uno stage di sceneggiatura a cui partecipai parecchi anni fa. Il relatore, purtroppo non posso fare il nome. Comunque era, ed è un’importante sceneggiatore, mentre eravamo fuori a cena in una pausa del corso, ci fece una confidenza. Siccome aveva diretto anche un film ad inizio carriera e c’erano diverse partecipanti che negli anni sono diventate famose. Ci racconto’ di una in particolare che si era rifatta il viso. E quando l’aveva rivista anni dopo lei aveva negato in modo acceso. Ma ci disse una frase che mi è rimasta in mente: “ Puoi ingannare me ma non la macchina da presa!Ti restituirà’ quello che realmente sei” Ed è assolutamente vero . Difatti quando chiedo a qualcuno di recitare nei miei progetti, a volte mi son sentito dire: “ Fammi uscire bella” E io rispondo.
“ Bella lo sei già, devo farti uscire brava.” Se un’attrice accetta il tempo che passa e si dona alla macchina da presa avrà’ sempre uno sguardo espressivo e quelle tanto odiate rughe porteranno in alto la loro interpretazione. Stravolgersi il viso è semplice, ma vederlo invecchiare è molto più’ redditizio.
Finisco il mio articolo presentandovi :
“ INTERNO” . Un cortometraggio interpretato da mia madre qualche anno fa.

La sua espressività è intensa in questo lavoro. In famiglia abbiamo la fortuna d’avere una pelle molto morbida ma allo stesso tempo forte. Che subisce lo scorrere del tempo in modo graduale e rallentato. Ma ogni ruga diventa espressione ed interpretazione. Quella che da anni mia madre mette a disposizione nei miei progetti. Ogni tanto anche lei dice: “Fammi bella!” . Ma poi sa che la sua bellezza è anche in quella ruga in più. wp_20161228_002wp_20161228_003

Chi è Massimo Alborghetti

Mi chiamo Massimo Alborghetti . Ho sempre amato scrivere storie. Dopo aver scoperto la videocamera a sedici anni, ho realizzato il mio primo film e non mi sono più’ fermato. Amo raccontare storie psicologiche. Thriller , drammatici. Dopo aver frequentato una scuola da Ermanno Olmi ed aver fatto diversi corsi di Cinema,ho realizzato più’ di 100 cortometraggi e 10 lunghi. ho preso diversi premi e col denaro vinto ho continuato a realizzare e produrre. Essendo indipendente i miei film non sono perfetti ma non hanno vincoli e restrizioni. Eccovi il mio sito internet dove potete vedere alcuni miei lavori: www.massimoalborghetti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi