Home / Bar Sport / La Roma non può far la stupida: deve solo battere la Juventus, altrimenti …

La Roma non può far la stupida: deve solo battere la Juventus, altrimenti …

 

Sabato sera a Torino, in quello Stadium che fa più forti i bianconeri, la Roma non può e non deve fare la stupidina: se vuol provare a vincere lo scudetto dovrà infatti solo e soltanto battere la Juventus.

La vittoria dei padroni di casa e un pareggio servono esclusivamente alla Vecchia Signora per consolidare la sua leadership. Questo è poco ma sicuro.

I lupacchiotti allenati da mister Luciano Spalletti, per la cronaca uno dei migliori tecnici italiani, del resto hanno tutto per impensierire la Juve, compagine forte che però, se aggredita con furore, come insegna il Genoa, va in difficoltà e talvolta in tilt: basta crederci e scendere in campo col coltello tra i denti.

Dal canto suo, Massimiliano Allegri detto Malinconia, altro tecnico bravo, preparato e che sa il fatto suo (se riuscirà a eliminare qualche eccesso di prudenza tattica in carriera vincerà almeno due Champions League), certamente non si farà trovare impreparato, o meglio, non manderà in campo i suoi malinformati. No?

Che partita vedremo in questo strano dicembre pre natalizio?

Non assisteremo a un match bello da applaudire, ma tosto e intenso da vedere con gli Allegri Boys apparentemente in stand by, ma agguerriti a sfruttare qualsiasi fisiologico rimpallo giallorosso. A football fermo poi gli ospiti si concentreranno sul calciomercato, mentre i padroni di casa torneranno subito al lavoro, con un occhio al mercato, per preparare la finalissima di Supercoppa Italiana in cartello, venerdì 23 in terra forestiera, contro il Milan. E Adriano Galliani, Geometra del e nel Pallone, al suo pupillo Allegri e alla Juventus non vede l’ora di soffiare il trofeo.

Stefano Mauri

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Inter no, così non va: il problema non era mister Stefano Pioli. Arriva Sabatini

    Che senso ha cacciare Stefano Pioli a poche giornate dal termine della stagione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com