Home / Bar Sport / E’ davvero troppo presto per ipotizzare il … prossimo tango estivo delle panchine ?

E’ davvero troppo presto per ipotizzare il … prossimo tango estivo delle panchine ?

 

 

Allora detto che probabilmente, a maggio, mister Max Allegri festeggerà il suo terzo scudetto di fila sulla panchina della Juventus, beh proprio in virtù di tale, per la cronaca sarebbe l’ennesima, gioia calcistica, stanco delle continue ed eccessive critiche che riceve dai tifosi, dalle vedove di Conte  e da certi organi mediatici e, perché no del resto … stufo della società che mai lo accontenta del tutto al calciomercato, a sbattere con garbo, lasciando la così la Vecchia Signora, la porta potrebbe essere proprio lo stesso Allegri (A Barcellona e Madrid vanta estimatori), con Marotta e Paratici che, senza dimenticare l’opzione Montella, virerebbero decisamente verso le seguenti due nomination: Gian Piero Gasperini e Paulo Sousa.

Tecnici questi ultimi due, guarda caso assai graditi anche al presidentissimo del Napoli Aurelio De Laurentiis, il quale, con Sarri pare non pigliarsi più come ai bei tempi, anzi, tutt’altro considerando che oltre ai poc’anzi allenatori citati, l’Aurelione starebbe valutando la possibilità di strappare Di Francesco al Sassuolo.

L’Atalanta? Chiaramente Percassi si tiene stretto il Gasp, ma se l’allenatore piemontese dovesse spiccare il volo, a Bergamo dovrebbe arrivare dalla Russia Massimo Carrera. Simeone? Qualora l’Inter che verrà, dimostrasse voglia di investire in grande stile, il Cholo prenderebbe volentieri l’aereo per tornare a Milano. A Firenze intanto Sousa ragiona già da ex e Corvino pensa a Sarri, Donadoni e Simone Inzaghi. Fantacalcio pre natalizio? Lo scopriremo vivendo.

Stefano Mauri 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Clamoroso a Milano: via Montella (Roma o Juve) al Milan arriva Mancini?

      Clamoroso a Milano verrebbe da dire, laddove sulla sponda rossonera dei navigli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com