Home / News / 5 PERFEZIONE NELL’ IMPERFEZIONE. Di Massimo Alborghetti.

5 PERFEZIONE NELL’ IMPERFEZIONE. Di Massimo Alborghetti.


43Molte persone negli anni mi hanno chiesto perché continuo a fare cortometraggi e film. Senza avere una produzione ,trovandomi il più’ delle volte in situazioni all’apparenza insormontabili, in posti angusti, con tempi limitati e difficoltà’nell’incastrare le varie riprese con tutti quelli che vi partecipano. Ma la risposta l’ho avuta più volte in questi anni. Vi voglio raccontare un aneddoto appena successo. Giorni fa avevo un tremendo mal di denti e sembrava che la ripresa potesse subire ritardi per alcuni inconvenienti dell’ultimo minuto. Stavo girando il mio ultimo film in lavorazione dal titolo : “La maschera umana” vedete alcune immagini pubblicate nell’articolo.filippo-scena8-bis Con protagonisti Irene Mannino, Gianfilippo Baio, Mirko Pianetti e molti altri, ma ve ne parlerò’ approfonditamente in un altro post. Dovevamo girare un’inquadratura particolare. Volevo vedere un’espressione particolare negli occhi dell’attore. (Visto che recita sempre con una maschera). Era un’importante inquadratura del film. Ero un po’ provato dal mal di denti e per un momento ero tentato di spostare la ripresa. Ma gli attori erano arrivati, una ragazza era venuta dopo 10 ore di lavoro e non potevo che dare il meglio. Arriviamo a questa inquadratura: l’attore affaticava a capire come interpretarla. Era innaturale come la faceva ,e lui stesso continuava a non comprendere come la immaginavo. In realtà’ doveva percepirla lui e farla sua. Dopo innumerevoli ciak. E’ scattata una scintilla in noi, sopratutto in lui e ho visto nei suoi occhi quelli del personaggio. Non vedevo più’ lui , vedevo quella persona che era nata dalla mia testa e passando prima dal testo poi dal fotogramma prendeva vita. Dopo molti ciak gli ultimi erano perfetti. Non avevo dinnanzi l’attore, avevo il personaggio. Ed è in questo aneddoto che fuoriesce il perché continuo a girare film. In quel momento,e in molti altri a dir la verità’, ho visto nascere qualcosa, e non solo in me, anche in chi goliardicamente vi partecipa. Tutto svanisce, il mal di denti le complicazioni , la vita al di fuori delle riprese. Rimane la perfezione di quell’immagine che vale tutto l’ imperfetto film. Perfezione nell’imperfezione.irene-23-2
scena-14-filippo

Chi è Massimo Alborghetti

Mi chiamo Massimo Alborghetti . Ho sempre amato scrivere storie. Dopo aver scoperto la videocamera a sedici anni, ho realizzato il mio primo film e non mi sono più’ fermato. Amo raccontare storie psicologiche. Thriller , drammatici. Dopo aver frequentato una scuola da Ermanno Olmi ed aver fatto diversi corsi di Cinema,ho realizzato più’ di 100 cortometraggi e 10 lunghi. ho preso diversi premi e col denaro vinto ho continuato a realizzare e produrre. Essendo indipendente i miei film non sono perfetti ma non hanno vincoli e restrizioni. Eccovi il mio sito internet dove potete vedere alcuni miei lavori: www.massimoalborghetti.it

Leggi anche

1 L’AUTORE “AMATORIALE”

Quando mi è stato detto che mi avrebbero creato uno spazio in questo sito: Fronte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi