Home / Bar Sport / Juve: ora Higuain, Allegri volendo, dimostri a Siviglia di valere oltre 90milioni

Juve: ora Higuain, Allegri volendo, dimostri a Siviglia di valere oltre 90milioni

 

Allora chi vince, per carità, ha sempre ragione, ma al netto degli infortunati, dei meriti evidenti e, di un calciomercato estivo non propriamente da Champions League (vero signor Marotta?), ecco qualche considerazione sul pur bravo mister Max “Malinconia” Allegri, e sul Pipita Higuain, quantomeno sembrano attuali, no?

Si perché questa Juve capolista e senza veri rivali in Italia, tatticamente, allo stato attuale, per necessità o voglia di sperimentare, oscilla, poche certezze non sempre aiutano,  tra il canonico 3-5-2 e un ruffiano 4-4-2 camuffato da un 4-3-3 periodico. E… ecco, il triste bomber argentino, costato un occhio della testa, pur disimpegnandosi benino, ancora non è entrato al centro del progetto, così martedì a Siviglia, nel decisivo match di Champions League che attende i bianconeri, Gonzalo, Allegri volendo (nel senso che il dualismo con Mandzukic non lo agevola e forse dovrebbe varare un modulo ad hoc, spiccatamente pro Higuain, ndr) dovrebbe iniziare a dimostrare, con piglio feroce, di valere tutto il costo del suo cartellino. E’ un po’ come la Juventus questo Gonzalo Higuain: forte, ma non irresistibile com’era nel Napoli plasmato su di lui, in patria, ma non decisivo in Europa, con Mandzukic, tra l’altro, più dentro (pure in Italy) certi meccanismi bianconeri. Ergo in Spagna, la Vecchia Signora, Allegri e il centravanti argentino si giocano parecchio. Non trovate?

Stefano Mauri    

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Clamoroso a Milano: via Montella (Roma o Juve) al Milan arriva Mancini?

      Clamoroso a Milano verrebbe da dire, laddove sulla sponda rossonera dei navigli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com