Home / Bar Sport / Allegri, Marotta: serve una scossa. Questa Juve lenta e molle in Europa non va …

Allegri, Marotta: serve una scossa. Questa Juve lenta e molle in Europa non va …

 

 

Sapete cosa manca davvero, più di Pirlo (Marchisio non è un regista ma ha geometrie) e Pogba (altro pezzo da novanta in realtà mai sostituito) a questa Juventus lenta, macchinosa, prevedibile e a tratti addirittura irritante?

Ecco ai bianconeri, comunque forti in Italia anche grazie ai demeriti altrui, soprattutto e tutti manca un centrocampista duttile, imprevedibile e goleador quale era il cileno Vidal, elemento preziosissimo che, un po’ come per Pogba … se giustamente causa profumo di business è stato ceduto, quantomeno andava degnamente sostituito.

Ergo negli ultimi due calciomercati estivi, il general manager Marotta e il suo braccio destro Paratici qualcosina hanno toppato, dato che i due pezzi da novanta non sono stati adeguatamente rimpiazzati. No?

Capitolo Allegri? Allora prima bisognerebbe spiegare perché, a novembre, ancora i calciatori juventini, in campo anziché correre camminano. Secondariamente il problema Pjanic va risolto il prima possibile; considerando che, dato che quando non ha la palla tra i piedi non sa cosa fare, beh ecco l’ex romanista risulta di difficile collocazione tattica. Ma qualcosina in tal senso, Malinconia Allegri, dando una scossa ad hoc, dovrà inventarsi. Un qualcosa, tanto per gradire, che potrebbe rispondere a due moduli tattici, vale a dire il 4-4-2 o il 4-3-3, sin qui poco o mai utilizzati. Che cosa in fonda provarci?

Dulcis in fundo: oggi i migliori laterali della Juventus rispondono ai nomi di Lichtsteiner e Alex Sandro. Ahimè il primo non è stato inserito nella lista Champions e soltanto qualche mese fa stava per passare all’Inter. Il secondo gioca pochino in Europa. Allegri, Marotta questa Juventus lenta nel Vecchio Continente non va. Dal cilindro … cavate un bel coniglio magico?

Stefano Mauri

 

 

 

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Higuain? Gonzalo segna e fa sognare, ergo che si fotta la sua dieta. No?

    Grasso? Ingordo? Poco attento all’alimentazione: intesa come quella sana, equilibrata, per così dire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com