Home / Culture / Io, lui e Pinketts: Edoardo Montoya vs Lazzaro Santandrea

Io, lui e Pinketts: Edoardo Montoya vs Lazzaro Santandrea

 

Dice: fai una recensione de La Capanna dello zio rom, l’ultimo noir di Andrea G. Pinketts per Mondadori? Eh, come faccio, sto dentro al romanzo. Vediamo che ne esce.

 

montoya santandrea

 

Ora, facile non è facile. Perché ritrovarsi dentro ad un libro di Pinketts, attivo a fianco di Lazzaro Santandrea, ti fa sentire schizofrenico: quello sei tu, sei sempre dannatamente nervoso è vero, ma non è che pensi allo stesso modo. Non ti muovi allo stesso modo. Soprattutto nonparlicosìtuttoattaccato, come scrive lui. Almeno non credo. Anche se nonsonosicuro.

Quindi, se Edoardo Montolli diventa in un romanzo Edoardo Montoya, è difficile che possa fare una recensione imparziale de La Capanna dello zio rom.

Ci siamo conosciuti una ventina d’anni fa, forse proprio venti. C’erano, tra gli altri, lui, Pogo il Dritto e Max Mannarelli, alias Gerè, alias Ko, alias Running, titolare de Le Trottoir, un porto di mare di scrittori, artisti e diseredati che oggi sta a piazza XXIV Maggio, ma che all’epoca era in corso Garibaldi. Aperto 20 o 24 ore su 24 quando non si poteva. E c’era una sorta di guerra coi vigili urbani.

Ogni anno, a Santo Stefano, era d’obbligo il poker. E non mancava mai al tavolo Antonello Caroli, ex modello, gambler, eccettera, eccetera.

Tutti i libri di Pinketts su Amazon – GUARDA

Ma è inutile che ve lo scriva perché, se siete suoi lettori, avete già trovato tutto nei libri di Lazzaro: protagonisti, luoghi, circostanze. Nove libri nove dove l’indagine metropolitana, la città trasformata nel West personale di Pinketts, dà il meglio di sé.

Dice, fai la recensione del libro. E allora l’ho fatta. La trovate qui, su GQ.

Edoardo Montolli

I LIBRI 
Tutti i libri di Edoardo Montolli – GUARDA

Il grande abbaglio, la controinchiesta di Edoardo Montolli e Felice Manti sulla strage di Erba – GUARDA

Il ritorno de IL BOIA di Edoardo Montolli, un classico del thriller italiano – GUARDA

Chi è Edoardo Montolli

Edoardo Montolli, giornalista, è autore di diversi libri inchiesta molto discussi. Due li ha dedicati alla strage di Erba: Il grande abbaglio e L’enigma di Erba. Ne Il caso Genchi (Aliberti, 2009), tuttora spesso al centro delle cronache, ha raccontato diversi retroscena su casi politici e giudiziari degli ultimi vent'anni. Dal 1991 ha lavorato con decine di testate giornalistiche. Alla fine degli anni ’90 si occupa di realtà borderline per il mensile Maxim, di cui diviene inviato fino a quando Andrea Monti lo chiama come consulente per la cronaca nera a News Settimanale. Dalla fine del 2006 alla primavera 2012 dirige la collana di libri inchiesta Yahoopolis dell’editore Aliberti, portandolo alla ribalta nazionale con diversi titoli che scalano le classifiche, da I misteri dell’agenda rossa, di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti a Michael Jackson- troppo per una vita sola di Paolo Giovanazzi, o che vincono prestigiosi premi, come il Rosario Livatino per O mia bella madu’ndrina di Felice Manti e Antonino Monteleone. Ha pubblicato tre thriller, considerati tra i più neri dalla critica; Il Boia (Hobby & Work 2005/ Giallo Mondadori 2008), La ferocia del coniglio (Hobby & Work, 2007) e L’illusionista (Aliberti, 2010). Dirige la casa editrice Algama (www.algama.it).

Leggi anche

Delitto Luca Varani, la lettera del padre di Marco Prato

Ledo Prato, segretario generale dell’associazione Mecenate90 e padre di Marco Prato, scrive una lettera pubblica sul suo sito, invitando tutti a non emettere giudizi sommari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi