Home / Bar Sport / Chi ha ragione tra mister Spalletti e sua Immensità Totti? Ha ragione chi vince …

Chi ha ragione tra mister Spalletti e sua Immensità Totti? Ha ragione chi vince …

 

FROSINONE, ITALY - SEPTEMBER 12: Francesco Totti of AS Roma looks on during the Serie A match between Frosinone Calcio and AS Roma at Stadio Matusa on September 12, 2015 in Frosinone, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Subentrato al sergente Garcia, ahimè per lui il trainer francese si è smarrito suonando il violino (durante Juventus Roma allo Stadium, ndr) nell’autunno 2014, mister Luciano Spalletti, calcisticamente parlando, alla guida della Magica Roma, sin qui, sta facendo assai bene. Parlano quindi i risultati positivi per l’allenatore toscano giallorosso;per questo tra lui è l’Immenso, sublime, intramontabile (ma non è così e … sentirsi tale, è il grande limite del Pupone, ndr) Capitano (senza fascia) Francesco Totti beh dalla torre oggi è meglio (forse) gettare la bandiera giallorossa. O no?

Un grande, o presunto tale, farebbe meglio a non sbagliare certi tempi nello scegliere la sua uscita di scena. Michel Platini, tanto e solo per fare un esempio, appese le scarpe al fatidico chiodo ancora in età relativamente giovane, nel pieno delle forze.

Del Piero, Bergomi, Zanetti e Maldini scelsero invece altre strade e comunque i loro addii ebbero per così dire sviluppi (chi più, chi meno) diversi rispetto a ciò che sta succedendo dalle parti di Trigoria. Ma per dirla (tuttavia) tutta, probabilmente sì, Totti avrebbe fatto bene a lasciare il football giocato, intraprendendo così la carriera dirigenziale, che nella Roma manca una figura forte dietro una scrivania, l’estate scorsa. E Spalletti (sta facendo contemporaneamente l’allenatore, il preparatore atletico, il dottore, il motivatore, il presidente, il general manager e l’addetto stampa) fa bene ad agire di pancia, con gli attributi accesi al posto giusto. Che nella Capitale c’è bisogno di Palle vere, non di balle, pallottolieri, pallonari e pallonate.

 

Stefano Mauri

Chi è Stefano Mauri

Stefano Mauri nato a Crema nel gennaio 1975, mese freddo e nebbioso per eccellenza. E forse anche per questo, per provare a guardare oltre la nebbia e per andare oltre le apparenze, con i suoi scritti prova a provocare, provocare per ... illuminare. Giornalista Free Lance, Sommelier, Food and Wine Lover, lettore accanito, poeta e Pierre appassionato, Stefano Mauri vive, lavora, scrive, degusta, beve e mangia un po' dappertutto. E ovunque si prefigge lo scopo di accendere se non una luce, beh almeno un lumino, che niente è come sembra, niente. Oltre a collaborazioni col mondo (il virtuale resta una buona strada, ma non è La Strada) web, Stefano Mauri, juventino postromantico e calciofilo disincantato, collabora con televisioni, radio e giornali più o meno locali. Il suo motto? Guardiamo oltre, che dietro le apparenze si cela il vero mondo.

Leggi anche

Donnarumma e il Milan, Fiorentina in vendita, rinforzi per la Juventus

    E … beh se così, per vedere l’effetto che fa, Gigio Donnarumma (mister …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com