Home / Motori / BMW i8 al NAIAS di Detroit

BMW i8 al NAIAS di Detroit

La BMW i8 sarà una delle vedette del prossimo NAIAS di Detroit che apre i battenti lunedì 11 gennaio 2016.

 

BMW i8
BMW i8 al NAIAS di Detroit

Dal suo lancio sul mercato due anni fa, alla fine del 2013, il brand BMW “i” si è trasformato in una storia di successo per la Casa di Monaco. Un’autovettura su dieci ad alimentazione elettrica consegnata è una BMW i3, sul mercato USA addirittura una vettura su otto. Logico quindi che le “i” di Monaco abbiano un posto rilevante tra le novità che BMW presenterà al NAIAS di Detroit.

Tra queste spicca la BMW i8, straordinaria sportiva ibrida plug-in con consumi da berlina diesel (consumo di carburante nel ciclo combinato: 2,1 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 49 g/km) e prestazioni da supercar: da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi e velocità autolimitata a 250 km/h.

Davanti trova posto il motore elettrico da 131 CV di potenza. Dietro il tre cilindri turbo da 231, lo stesso che monta la Mini in versione John Cooper Works. Le batterie sono sistemate sotto il tunnel centrale al fine di lasciare il baricentro basso e contribuire all’equilibrio nella distribuzione dei pesi suddiviso quasi al 50% tra asse anteriore e posteriore.

I due propulsori funzionano assieme: quello elettrico spinge le ruote davanti mentre il turbo benzina quelle dietro. Si può viaggiare anche solo in modalità elettrica, ma per poco più di 40 km e a velocità ridotta. Il cambio è automatico a sei rapporti.

Per sapere tutto sulla BMW i8 e le altre novità presentate al Salone di Detroit visita la sezione speciale che Auto & Lusso dedica all’avvenimento, con servizi in diretta dai propri inviati.

Vai a North American International Auto Show

Enzo Caniatti

 

Chi è Enzo Caniatti

Enzo Caniatti, giornalista e scrittore, dopo aver diretto per anni Gente Motori, Tuttomoto e Gentleman Collector, è oggi alla guida del portale autoelusso.it. Oltre alla passione per i motori ha quello per la storia. Dopo avere curato opere a dispense sulla II guerra mondiale e in particolar modo sul Terzo Reich, ha pubblicato due romanzi (L'ultimo segreto di Hitler e L'ultima notte) e un saggio storico (Legione SS italiana) per poi ideare e dirigere la testata Secret History. Per Algama ha pubblicato il thriller "Il signor Wolf", il thriller sulla fuga di Hitler e il serial "Madame Gestapo", ispirato a una spy story vera (www.algama.it)

Leggi anche

La strana storia di Hörbiger e della teoria del ghiaccio

Le locomotive a vapore dei primi del Novecento raggiunsero una notevole efficienza grazie a una particolare valvola realizzata da un geniale tecnico, Hanns Hörbiger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com