Home / Lifestyle / LE 10 PEGGIORI SCUSE PER SCARICARE UNA RAGAZZA

LE 10 PEGGIORI SCUSE PER SCARICARE UNA RAGAZZA

Ho deciso di scrivere questo articolo perché sono arcistufo di leggere una marea di idiozie online. Banalità scritte da femministe convinte che generalizzano impunemente il genere maschile, etichettandoci come organismi monocellulari decerebrati provvisti unicamente di un organo riproduttore.

 blonde

“La vita sarebbe piu’ facile se un uomo andasse da una donna e le dicesse ‘voglio fare sesso con te’. Così potrebbe rispondere sì oppure no, ma almeno sarebbe tutto trasparente”.RIDICOLO!

L’attuale realtà in cui siamo immersi, specialmente in Italia, ha reso questo ragionamento, di base logico e razionale, qualcosa di utopico.

Viviamo in un contesto sociale ormai viziato, in cui anche chi va a prostitute attacca bottone con “Ciao, vuoi un passaggio?” per non sentirsi in colpa di volersi fare unicamente una trombata.

Questa assurdità è stata creata dalle donne per le donne. Non da noi, poveri beoti dal testosterone accecante.

 

Le donne vogliono essere prese in giro, vogliono sentirsi coccolate, adorate e trattate come principessine. Questo accade perché se la maggior parte degli uomini fosse onesta e sincera si parlerebbe di cataclisma relazionale.

Tutta questa pantomima si esaurisce una volta che l’uomo ottiene quello che vuole eTAC ecco che sono necessarie delle scuse per liberarsi della principessina rompipalle.

 

Ecco le 10 scuse peggiori utilizzate dagli uomini per scaricare le proprie “principessine”:

 

 10. “MI PIACI EH, MA NON VOGLIO UNA STORIA”

E’ la tipica toccata e fuga. Probabilmente l’hai conosciuta una sera in discoteca quando eri brillo. L’indomani ti sei reso conto, guardando le sue foto su Facebook, di quanto ti facesse schifo ma ormai le hai già detto che l’avresti portata fuori a cenaEcco la scusa peggiore usa e getta, ma è la più efficace  e pratica che potevi trovare.

 

9. “HO APPENA CHIUSO UNA STORIA IMPORTANTE”

Ecco un’altra scusa utilizzata di frequente che, infatti, si colloca in fondo alla classifica perché talvolta verosimile. Sappi che se però si è lasciato ormai da 5 anni probabilmente è una bella cazzata.

 

8. “PIACI AL MIO MIGLIORE AMICO, NON POSSO CONTINUARE A FARLO SOFFRIRE”

Questa è una di quelle scuse da meschino spezzacuori sprezzante delle altrui emozioni. Quando me l’hanno riportata ho ascoltato con un’espressione di disgusto misto stupore. Non è facile elaborare una scusa del genere. Specialmente quando la ragazza scopre che il tuo fantomatico miglior amico è gay o vive in Australia.

 

 7. “NON HO TEMPO, HO TROPPI IMPEGNI”

Questa è un’altra scusa che seppur banale talvolta nasconde del fondamento di verità. C’è da dire però che se ad un ragazzo piaci davvero il tempo lo trova. Piuttosto non mangia, non dorme, non si lava, si fa licenziare. Ma il tempo in un modo o nell’altro per te lo trova.

 

 6. “SONO TALMENTE ATTRATTO DA TE CHE’ E’ MEGLIO SE NON CI VEDIAMO PERCHE’ RISCHIO DI PERDERE LA TESTA”

Notevole. Non ci volevo credere eppure succede e anche spesso che questa scusa venga utilizzata tra essere senzienti. La cosa pazzesca è che ci sono ragazze che ci credono davvero e magari se ne vantano pure con le amiche!

Beato auto-condizionamento indotto.

 

5. “NON TI HO CHIAMATA PERCHE’ HO AVUTO PROBLEMI COL CELLULARE”

Ci avviciniamo alla top 3 e si respira sempre più profumo di cazzata appena sfornata.“Ho avuto problemi col cellulare, il Mac mi è esploso, Facebook mi ha bloccato l’account e mi hanno persino tagliato la linea telefonica di casa perché non pago la bolletta da mesi”. POVERINO! Ma come fai a credergli?

 

4. “MEGLIO TRONCARLA ADESSO CHE TI AMO PRIMA DI ROVINARE TUTTO IL BELLO DI NOI”

Un po’ come dire: “Non andare in vacanza perché tanto poi devi tornare a lavorare”. Frase d’utilizzo comune degna del mio miglior Oscar Wilde 2.0. Improvvisamente questo cafone sbozza come una crisalide in un magnifico esteta che preferisce preservare gli stupendi ricordi trascorsi assieme piuttosto che rischiare di macchiarli indelebilmente. Complimenti per la fantasia.

 

  3. “SE SOLO TI AVESSI CONOSCIUTA TRA 10 ANNI”

“Sei perfetta, hai tutto quello che ho sempre sognato in una ragazza, ma in questo momento della mia vita non mi sento pronto. Se ci fossimo conosciuti tra 10 anni ti avrei sposata al 100%”.

 Ci sono fenomeni che hanno fatto propria questa scusa oscena, rivisitandola in chiave induista con riferimento alla reincarnazione, declinandola in: “Spero di ritrovarti in un’altra vita”. Persino Buddah ride.

 

2. “PRENDIAMOCI UNA PAUSA”

Non poteva mancare. La cazzata del secolo. Una tra le più utilizzate nella storia dell’umanità. Si narra che persino Napoleone abbia utilizzato questa scusa per scaricare Joséphine prima di partire per l’ElbaESILIANTE.

 

1. “SCUSA NON SEI TU, SONO IO”

La scusa peggiore dell’universo. E’ talmente banale e scontata che mentre gliela stai dicendo già a “Scusa…” ti scappa da riderle in faccia. La cosa buffa è che lei poverina cerca anche di venirti incontro, perché tenta di capire se sei davvero uno stronzo patologico senza palle o se semplicemente hai davvero qualche atipico problema mentale. Direi entrambe.

Fatto sta che più lei scava, più tu non sai dove arrampicarti. Un consiglio? Scriviglielo via SMS e bloccala su qualsiasi Social, così almeno avrai davvero vinto tutto. SEI IL PEGGIORE!

 

 

E ricordati: se non capisci comportamenti, atteggiamenti, sparizioni, frasi scortesi o superficiali e ti rivedi tra queste righe, non cercare inutilmente la risposta in elucubrazioni da internamento. Accetta e introietta il fatto che: 

“LA VERITA’ E’ CHE NON GLI PIACI ABBASTANZA”.

 

I 10 TRUCCHETTI (DI STILE) PER FARSI ASSUMERE – LEGGI

 

Segui i miei consigli su “La classe non è acqua”: 

[sz-youtube url=”http://youtu.be/x4AyPBBEhDE” /]

Chi è Alessandro Politi

Nato nel 1988 nella splendida Milano, da nove anni faccio il giornalista. Amo follemente viaggiare. Ho lasciato l’Italia per conoscere il mondo molto presto. Appena diciannovenne, infatti, ho avuto le prime esperienze internazionali come PR collaborando con alcuni tra i migliori club del Mondo in città come: Miami Beach, Shanghai, Innsbruck, Ibiza, Formentera, Londra, Cannes e chiaramente anche nei migliori club di Milano. Tornato in Italia, ho continuato la mia carriera professionale come giornalista e PR nell’organizzazione di eventi high profile. Ogni venerdì conduco in diretta "La classe non è acqua", in onda in streaming su Intelligo TV e prossimamente su SKY. Su VERDE Radio dispenserò consigli di stile, con interviste a stilisti emergenti e designer. Il mio blog è alessandropoliti.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi