Home / Delitti / Yara Gambirasio, la dichiarazione choc dell’avvocato di Bossetti: “Il dna sul cadavere non è del muratore di Mapello”

Yara Gambirasio, la dichiarazione choc dell’avvocato di Bossetti: “Il dna sul cadavere non è del muratore di Mapello”

L’avvocato Claudio Salvagni lo ha sostenuto nel corso della trasmissione televisiva Quarto grado. E lunedì 26 gennaio la difesa decide se presentare una nuova istanza di scarcerazione

massimo bossetti

Una clamorosa novità potrebbe cambiare la sorte di Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello in carcere dal giugno scorso con l’accusa di aver ucciso la tredicenne Yara Gambirasio il 26 novembre 2010. – TUTTE LE FOTO | TUTTI I VIDEO

Massimo Giuseppe Bossetti, nuovi video lo incastrano – LEGGI FOTO VIDEO

IL DNA NON E’ IL SUO- Nel corso della trasmissione televisiva Quarto Grado, l’avvocato dell’uomo, Claudio Salvagni, ha infatti sostenuto che: “La traccia che lo tiene in carcere, il dna mitocondriale trovato su Yara, non è di Bossetti”.

Yara Gambirasio, quattro anni di misteri. I genitori: “Vogliamo il colpevole, non un colpevole” –LEGGI | FOTO | VIDEO

DNA COMPRENSIBILE- Di più. Secondo il legale si aprirebbe in questo modo tutt’altro scenario, in quanto non si tratterebbe di “un dna completamente diverso” che, ancora, non sarebbe “nascosto o incomprensibile”. Segno dunque che potrebbe portare ad un’identificazione.

Yara Gambirasio, spunta una super testimone: “Ho visto Massimo Giuseppe Bossetti vicino alla casa della ragazza, proprio la sera della sua scomparsa” – ESCLUSIVO

LA RELAZIONE DEL RIS- L’avvocato Salvagni ha spiegato di essere partito “con una relazione dei Ris che ci lasciava alquanto dubbiosi. Siamo arrivati all’ultima relazione depositata pochi giorni fa che, relativamente alla famosa traccia trovata sugli slip di Yara che tiene in carcere Massimo Giuseppe Bossetti, afferma che il Dna mitocondriale rinvenuto in questa traccia non è di Massimo Giuseppe Bossetti”.

Marita Comi in tv, la moglie di Bossetti parla per la prima volta: “Gli credo, l’assassino di Yara è ancora libero” – LEGGI | FOTO | VIDEO

NUOVA ISTANZA DI SCARCERAZIONE- Lunedì 26 gennaio l’avvocato Salvagni deciderà così se presentare una nuova istanza di scarcerazione per il suo assistito.

“La diagnosi sul Dna trovato su Yara non è certa”. La perizia è un punto a favore di Bossetti. Ma i Ris smentiscono – GUARDA

LA PISTA ALTERNATIVA- Secondo il legale la Procura dovrebbe seguire una pista alternativa, suggerita dalla testimonianza di una donna. Questa avrebbe riferito di aver conosciuto un romeno – che lavorava nell’edilizia- che vantava di aver avuto una forte amicizia con una minorenne che faceva ginnastica. L’uomo era poi rimasto senza lavoro ed era così rientrato in Romania.

Yara Gambirasio, guarda il tragitto del mistero la sera della scomparsa – VIDEO ESCLUSIVI 

LA TESTIMONE- Sempre Quarto Grado ha rivelato che la donna che ha dichiarato di aver visto in auto Bossetti e Yara davanti alla palestra qualche settimana prima della scomparsa della giovane, abita a Trescore Balneario. Un paese, quest’ultimo, situato nella Val Cavallina, a trenta chilometri da Brembate Sopra, dall’altra parte della provincia di Bergamo.

e.m. per Oggi.it

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Leggi anche

Enzo Caniatti e i suoi dubbi: “Quei misteri sulla fine di Adolf Hitler”

Il giornalista e scrittore autore di diversi saggi sul Fuhrer e del thriller "Il signor Wolf" (Algama) in cui ipotizza la fuga di Hitler dal porto di Genova, svela tutti i suoi dubbi a Stop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi