Home / Focus / Un deputato guadagna 166mila euro l’anno: la Camera ci costa quasi cento milioni l’anno

Un deputato guadagna 166mila euro l’anno: la Camera ci costa quasi cento milioni l’anno

Lo rivela una ricerca dell’università Niccolò Cusano elaborata da Tag 24:  tra indennità, diaria e rimborsi spese, un deputato costa fino a circa 166.400 euro netti. Tutte le differenze coi lavoratori dipendenti su ore lavorative e pensioni.

camera-dei-deputati

 

Da Gennaio 2015, entrerà in vigore la riforma per la riduzione di stipendi di assistenti e burocrati di Camera e Senato. Ma quanto guadagna esattamente un deputato in Italia?

La carriera lampo di Matteo Renzi dirigente e 200 mila euro di Tfr – LEGGI

Lo rivela un’infografica promossa da Tag24, Welcome to Politaly: i costi e gli sprechi della politica nel Belpaese, la cui analisi e raccolta dati è stata curata dalla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Niccolò Cusano.

 


Infografica su costi della Politica e Sprechi in Italia

Infografica a cura di Tag24.it

 

Tra indennità, diaria e rimborsi spese un deputato porterebbe a casa fino a circa 166.400 euro netti. La Camera dei Deputati arriva così a costare ai cittadini oltre 96 milioni di euro all’anno.

Agnese Renzi: “In aspettativa per stare coi figli”- LEGGI 

LE ASSENZE- Nell’infografica si mostra come si arrivi fino al 99% di assenze tra i banchi dei senatori e al 78% tra quelli dei deputati.

 Le migliori offerte della Rete selezionate da Fronte del Blog- SPECIALE

LE DIFFERENZE COI LAVORATORI DIPENDENTI- Si mostra anche, sempre secondo la ricerca, come un lavoratore dipendente sia impegnato una media di quaranta ore a settimana ed abbia diritto ad un periodo di ferie retribuite di circa quattro settimane all’anno. I politici, a fronte di venti ore a settimana lavorate, godono invece di quarantacinque giorni di ferie l’anno per i politici.

Scandali a Palazzo, il fascino del Potere -LEGGI

LA DIFFERENZA DI PENSIONE- L’infografica mostra anche la situazione a livello pensionistico: un lavoratore ha diritto a percepire la sua pensione di vecchiaia dopo aver versato almeno vent’anni di contributi, un politico dopo cinque.

LE DIFFERENZE CON L’ESTERO- L’analisi si chiude poi con un’interessante panoramica sul numero di parlamentari nei principali paesi europei. Se in Italia abbiamo 945 parlamentari tra deputati e senatori, quindi 1,57 ogni 100 mila abitanti, in Germania se ne contano 689, meno di un parlamentare ogni 100 mila abitanti.

Salvini desnudo su “Oggi”: «Io sono l’alternativa a Renzi e Berlusconi» – LEGGI

IL COMMENTO- «È un tema molto sentito dai nostri lettori quello dei costi della classe politica, visto il problema di mancanza di lavoro e del costo vita in Italia. Cresce sempre di più la distanza tra chi guadagna molto e chi troppo poco, il salario medio reale ha una crescita minima e l’opinione pubblica si indigna di fronte a cifre giudicate troppo alte. Abbiamo sviluppato insieme alla Facoltà di Scienze Politiche un’analisi dettagliata su questi temi in occasione  delle discussioni avvenute di recente alla Camera e al Senato relativamente ai tagli dei superstipendi a partire da Gennaio 2015. Queste ultime decisioni dovrebbero portare ad un risparmio di poco meno di 97 milioni di euro, il totale delle economie sui bilanci di Camera e Senato per il periodo 2015-2018» ha commentato lo staff di Tag24.it

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Leggi anche

Enzo Caniatti e i suoi dubbi: “Quei misteri sulla fine di Adolf Hitler”

Il giornalista e scrittore autore di diversi saggi sul Fuhrer e del thriller "Il signor Wolf" (Algama) in cui ipotizza la fuga di Hitler dal porto di Genova, svela tutti i suoi dubbi a Stop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com