Home / Focus / Napoli, sgominata la più grande gang di falsari del mondo: coinvolta la madre della piccola Fortuna Loffredo

Napoli, sgominata la più grande gang di falsari del mondo: coinvolta la madre della piccola Fortuna Loffredo

mammafortuna645

La chiamavano “Napoli Group” ed è la banda responsabile della stampa del 90% degli euro falsi circolanti sul pianeta: 39 gli arresti. Alla mamma della piccola misteriosamente caduta nel vuoto a Caivano è stato imposto il divieto di dimora

I carabinieri hanno sgominato la più grande gang di falsari del mondo, responsabili del 90% degli euro falsi circolanti sul pianeta. Coinvolta anche Domenica Guardato, mamma della piccola Fortuna Loffredo, cui è stato imposto il divieto di dimora – VIDEO

Truffe alimentari: analisi del Dna e un naso elettronico contro i falsari del cibo – LEGGI

L’OPERAZIONE- La banda è stata definita “Napoli Group” e include diverse organizzazioni di falsari campani. Sono 39 le persone arrestate, di cui dieci ai domiciliari, tutte accusate di associazione per delinquere, falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate e falsificazione di valori di bollo. Dodici i provvedimenti di divieto di dimora 5 cinque le persone che avranno l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

Caivano, conferma choc dall’autopsia della piccola Fortuna Loffredo. “Gettata nel vuoto dopo aver subito abusi sessuali” – LEGGI | VIDEO

LA RETE- Il Napoli Group era in contratto con le organizzazioni criminali di mezzo mondo e i soldi venivano spesi, oltre che in Europa, soprattutto nei Paesi dell’Africa, dall’Algeria alla Tunisia al Senegal. Ognuno aveva i suoi compiti: chi la stampa, chi lo stoccaggio, chi la spendita al dettaglio. Ad Arzano c’era la stamperia, a Gallicano una zecca. Non sarebbero però emersi legami con la camorra, così ha infatti dichiarato il procuratore di Napoli Giovanni Colangelo.

Tragedia di Caivano, parla l’avvocato del papà di Fortuna Loffredo: “Sono coinvolte più persone” – VIDEO

300 EURO- Tra le cose più curiose, si è scoperto che la gang ha stampato pure una banconota da 300 euro, taglio che non esiste, poi spacciata in Germania. Roba da film di Totò.

I risultati choc dell’autopsia – LEGGI

LA MAMMA DI CAIVANO- Ma sconcerta che, tra le persone colpite dal divieto di dimora ci sia Domenica “Mimma” Guardato, mamma della piccola Fortuna, caduta misteriosamente nel vuoto a Caivano il 24 giugno 2014.

IL CASO- Sulla piccola, che si scoprì essere stata abusata, è aperta un’inchiesta per omicidio sulla quale tuttora si sta cercando di far luce.

Orrore senza fine a Caivano, una bimba di sei anni cade dal balcone – LEGGI

LE ACCUSE ALLA DONNA- I carabinieri hanno dato a Domenica sei ore di tempo per lasciare la città. Secondo le indagini la donna comperava diversi quantitativi di soldi falsi da Giuseppe Manzo, un altro residente del parco Verde di Caivano. Poi li rivendeva ad altri che li spendevano in supermercati e negozi.

Parla il parroco di Caviano: “Federica è in paradiso” – VIDEO

NON C’ENTRO NIENTE- Domenica ha detto di essere rimasta sorpresa e che, quando ha visto i carabinieri arrivare a casa sua, pensava volessero portarle novità sulla morte della figlia. «Io con questa cosa dei falsari non c’entro assolutamente nulla» ha dichiarato.

DI MIO MARITO NON SO NULLA- Quando i cronisti le hanno chiesto se la vicenda possa essere collegata al suo ex marito, in carcere a Secondigliano, Domenica non ha saputo cosa rispondere: «Ci siamo lasciati nel 2009, non so neanche la ragione per la quale è in carcere».

e.m.

da Oggi.it

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Leggi anche

Enzo Caniatti e i suoi dubbi: “Quei misteri sulla fine di Adolf Hitler”

Il giornalista e scrittore autore di diversi saggi sul Fuhrer e del thriller "Il signor Wolf" (Algama) in cui ipotizza la fuga di Hitler dal porto di Genova, svela tutti i suoi dubbi a Stop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com