Home / gossip / Milly Carlucci: «Calciatori e vip: se danzate con me non potrete più mentire»

Milly Carlucci: «Calciatori e vip: se danzate con me non potrete più mentire»

Come di consueto, anche  questa sarà per  lei un’estate di duro  lavoro, in cui, però, ha  promesso a se stessa di ritagliarsi  almeno una settimana da trascorrere  con gli amori della sua  vita: suo marito Angelo e i suoi  figli Angelica e Patrick. Milly  Carlucci ci svela i preparativi  in vista della nuova attesissima  edizione di Ballando con le  Stelle, in onda su Raiuno a partire  da ottobre.

Milly-Carlucci

Milly, anche questa è  un’estate di lavoro per te. 

«Sì, perché non c’è tempo da  perdere. Il 15 settembre cominceremo  gli allenamenti, agosto  vola via in un attimo e quindi i  giorni a disposizione per confezionare  al meglio il programma  non sono poi così tanti».

 Nel cast hanno sempre ben  figurato gli sportivi… 

«è vero. Vieri, per esempio,  era l’emblema dell’atleta  non comunicativo e un po’  scontroso, invece da noi ha  dimostrato che quello era  un atteggiamento di difesa  verso un esterno  spesso non amichevole.  Si è divertito  molto».

 La “cura Ballando”  potrebbe  essere l’ideale  per Mario Balotelli.  Non credi? 

«Da noi viene  fuori la realtà profonda  di ciascuno.  Ballando è in grado di  far capire al pubblico se  quella persona è chiusa a  riccio magari solo perché  deve difendersi dagli attacchi  esterni».

 Il format cambierà? 

«Tramite il mio blog (http:// millycarlucci.net/blog/) sono  alla ricerca di nuovi maestri,  così come di nuovi stili con cui  far cimentare i nostri concorrenti.  Ci saranno molte sorprese,  vedrete. Sempre sul mio sito  ho lanciato un’altra interessante  iniziativa che si chiama “Cronista  per caso”. Ho chiesto agli  internauti di mandare piccoli reportage  realizzati nelle manifestazioni canore e di danza estive  del nostro Paese e il migliore  verrà chiamato a Roma per una  grande sorpresa».

 Un pensierino ce lo faresti a  Laura Pausini? 

«Magari, magari, magari! Ci  ho provato tante volte ma, finora,  non ci sono mai riuscita perché  Laura è un’artista straordinaria  sempre in giro per il mondo. Sarebbe  fantastico vederla ballare  una sera da noi, anche perché  da romagnola verace, ha sicuramente  una certa familiarità con  il mondo della danza».

 Quale sarà, allora, l’identikit  del concorrente tipo della  nuova edizione? 

«Mi sto muovendo in varie  direzioni: ancora una volta lo  sport, ma anche il cinema, la Tv,  la musica e il teatro. Le caratteristiche  umane sono assai più  importanti del nome».

 Si parla di un possibile approdo  a Ballando di Giorgio  Albertazzi. È vero? 

«È un maestro di fronte al  quale ci si può solo inginocchiare.  Giorni fa l’ho incontrato a un  evento Rai e gli ho chiesto con  grande sfacciataggine se volesse  ballare con noi. Lui non solo  mi ha chiesto di dargli del tu, ma poi mi ha completamente  spiazzato rispondendo subito di  sì alla mia battuta. Così ho mollato  il microfono, sono corsa da  lui e gli ho detto che lo prendevo  in parola visto che aveva detto  quelle cose di fronte ai vertici  Rai. È un uomo talmente curioso,  carismatico e poliedrico  che certo non si spaventerebbe  all’idea di fare Ballando. Vediamo  quello che succederà…».

 Nonostante i tagli tu hai meritato  ancora la fiducia della  Rai. Che effetto ti fa? 

«In una Tv pragmatica che,  giustamente, guarda agli ascolti  e agli investimenti pubblicitari,  la mia grande fortuna è proprio  quella di aver allevato una creatura  meravigliosa come Ballando  con le Stelle che ha superato  indenne anche cambiamenti di  gusto da parte del pubblico. Nel  resto del mondo, ogni puntata di  Ballando dura appena un’ora, da  noi più di tre. Per questo è come  compiere un triplo tuffo carpiato  con avvitamento (ride, ndr)».

 A proposito di conduttrici:  che ne pensi di Simona Ventura  al timone di Miss Italia?  

«È una scelta giustissima!  Simona è una donna moderna,  camaleontica e sempre al passo  coi tempi e attenta alle tendenze  del momento. Miss Italia sta  cambiando pelle, complice il  trasloco da Raiuno a La7, e lei  mi sembra la conduttrice migliore  per marcare questo cambio  d’identità».

 Qualche giorno in famiglia  quest’estate lo passerai? 

«Stiamo provando a organizzarci,  impegni vari permettendo.  Mia figlia Angelica, per esempio,  ora lavora a New York. Cercheremo  di partire tutti insieme  nella settimana di Ferragosto.  Da sempre non riusciamo mai  a programmare con tempo una  vacanza e ci organizziamo davvero  all’ultimo minuto. Non so  come o dove, ma a Ferragosto  saremo tutti insieme».

 Tuo figlio Patrick si è appena  laureato in Economia. Tu,  da ragazza, hai abbandonato  gli studi di Architettura per  dedicarti allo spettacolo. 

«In realtà, anche Patrick ha  continuato a coltivare le sue  passioni artistiche. Fa il dj e ha  un gruppo musicale. E poi Londra  è il posto migliore per portare  avanti queste passioni. Con  un suo amico ha comprato l’attrezzatura  completa da dee-jay e  fa molte serate. Io l’ho sempre  lasciato libero di scegliere».

 Ti piacerebbe provare la  gioia di diventare nonna? 

«La principale preoccupazione  dei miei figli in questo momento  è stabilizzare il proprio  futuro professionale. Il mio sogno  è che siano realizzati. C’è  tempo per fare la nonna».

 Luigi Miliucci per Stop

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Leggi anche

Enzo Caniatti e i suoi dubbi: “Quei misteri sulla fine di Adolf Hitler”

Il giornalista e scrittore autore di diversi saggi sul Fuhrer e del thriller "Il signor Wolf" (Algama) in cui ipotizza la fuga di Hitler dal porto di Genova, svela tutti i suoi dubbi a Stop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com