Home / Focus / Il Papa e i diritti d’immagine che gli vanno pagati: le reazioni

Il Papa e i diritti d’immagine che gli vanno pagati: le reazioni

 

 

speciale di Oggi su Papa FrancescoSe in Rete diverse sono state le reazioni all’articolo sui diritti d’immagine reclamati da Papa Bergoglio nei confronti della Rcs e dello speciale dedicatogli dal settimanale Oggi, all’indomani della sua elezione, estremamente cauto è stato l’atteggiamento dei media. [break]

Tra le voci dissonanti quella de Il Giornale, che ha ripreso la notizia con una premessa: ossia che la notizia “avrebbe del clamoroso”, ma se confermata.[break]

Il che è bizzarro. Perché, se si ritiene la notizia “clamorosa”, non ci vuol nulla a fare una verifica. Basta una telefonata in Rcs, dove, a quanto risulta a Fronte del Blog, la querelle sarebbe ancora sul tavolo dell’ufficio legale, in attesa di capire come comportarsi. [break]

O chiamare direttamente l’Osservatore Romano. [break]

Non a caso, all’interno dell’articolo, avevamo messo il link alla legge del 19 marzo 2011 voluta da Ratzinger e pubblicata sul sito dello Stato di Città del Vaticano, in cui si fa esplicito riferimento al copyright messo sull’immagine, i discorsi e perfino la voce del Papa. [break]

Avevamo messo anche il link all’agenzia battuta da Radio Vaticana sul rinnovamento della legge da parte di Bergoglio a dieci giorni dalla sua elezione e a quella, sempre di Radio Vaticana, sui motivi per i quali il Papa avesse messo il copyright sui suoi discorsi. [break]

I giornali, le radio e le tv possono decidere di verificare senza problemi la notizia. Oppure attendere il conto dei diritti da pagare, comodamente seduti dietro la propria scrivania.

Edoardo Montolli

Tutti i libri di Edoardo Montolli – GUARDA

Il boia di Edoardo Montolli su Kindle – GUARDA

Chi è Edoardo Montolli

Edoardo Montolli, giornalista, è autore di diversi libri inchiesta molto discussi. Due li ha dedicati alla strage di Erba: Il grande abbaglio e L’enigma di Erba. Ne Il caso Genchi (Aliberti, 2009), tuttora spesso al centro delle cronache, ha raccontato diversi retroscena su casi politici e giudiziari degli ultimi vent'anni. Dal 1991 ha lavorato con decine di testate giornalistiche. Alla fine degli anni ’90 si occupa di realtà borderline per il mensile Maxim, di cui diviene inviato fino a quando Andrea Monti lo chiama come consulente per la cronaca nera a News Settimanale. Dalla fine del 2006 alla primavera 2012 dirige la collana di libri inchiesta Yahoopolis dell’editore Aliberti, portandolo alla ribalta nazionale con diversi titoli che scalano le classifiche, da I misteri dell’agenda rossa, di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti a Michael Jackson- troppo per una vita sola di Paolo Giovanazzi, o che vincono prestigiosi premi, come il Rosario Livatino per O mia bella madu’ndrina di Felice Manti e Antonino Monteleone. Ha pubblicato tre thriller, considerati tra i più neri dalla critica; Il Boia (Hobby & Work 2005/ Giallo Mondadori 2008), La ferocia del coniglio (Hobby & Work, 2007) e L’illusionista (Aliberti, 2010). Dirige la casa editrice Algama (www.algama.it).

Leggi anche

Bruno Vespa non avrebbe dovuto intervistare Salvo Riina? E perché mai?

Enzo Biagi intervistò Liggio. C’è chi ha intervistato i peggiori assassini. E perché allora Vespa non può decidere di ascoltare Salvo Riina? Per quale ragione a decidere chi intervista chi deve essere la Commissione Antimafia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi