Home / Musica / E Bergoglio telefonò pure a Rita Pavone

E Bergoglio telefonò pure a Rita Pavone

 

Rita-Pavone«Era la vigilia di Natale. Squilla il telefono, una voce mi dice: “Sono Papa Bergoglio”». Inizia così il racconto di Rita Pavone che in esclusiva sul settimanale Oggi, in edicola dal 12 maro, dice tutto sul suo incontro con Papa Francesco.

«A novembre gli avevo spedito il mio ultimo album, Masters», spiega la Pavone. «Il Papa prima mi ha ringraziato con una lettera scritta di suo pugno, poi mi ha telefonato. Mi ha fatto gli auguri e ha detto: “Mi piacerebbe incontrarla presto”».

L’incontro c’è stato, il 12 febbraio: la cantante è stata ricevuta dal Papa in Vaticano assieme al marito Teddy Reno e ai figli Alex e Giorgio. «Abbiamo cantatoAddormentarmi così di Teddy, che a Buenos Aires è diventata uno degli inni del Boca», racconta l’ex Gian Burrasca. «Poi mi ha detto: “È un onore incontrarla, perché lei ha fatto del bene a tanta gente”»

Rita Pavone, dopo nove anni di assenza volontaria dalle scene, a maggio torna con il tour Rita is back- Live 2014, nei teatri delle principali città italiane. E rivela: «A Sanremo tifavo per Raphael Gualazzi. Mi è dispiaciuto che non mi abbiano chiamato al Festival per festeggiare i 60 anni della Rai, con tutto quello che ho fatto per la tv di Stato. Pazienza, Sanremo non è mai stata la mia cup of tea, come dicono gli inglesi. Mentre mi piacerebbe fare il giudice in un talent show».

Chi è Fronte del Blog

Le news della Terza Repubblica

Leggi anche

Enzo Caniatti e i suoi dubbi: “Quei misteri sulla fine di Adolf Hitler”

Il giornalista e scrittore autore di diversi saggi sul Fuhrer e del thriller "Il signor Wolf" (Algama) in cui ipotizza la fuga di Hitler dal porto di Genova, svela tutti i suoi dubbi a Stop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Booking.com

Lo store di Fronte del Blog è uno store di affiliazione. Al momento dell'acquisto sarete reindirizzati su Amazon Rimuovi